Caffè Americano : tutto quello che devi sapere

Quando si tratta di caffeina, c’è una grande varietà di opzioni di bevande al caffè. Oltre al caffè forte standard, si può ottenere un latte, un macchiato, un cappuccino e un espresso, a cui si può aggiungere una varietà quasi illimitata di additivi. Il caffè americano sembra essere spesso trascurato in questi giorni.

Questo non vuol dire che l’Americano non sia una piacevole bevanda calda. Non solo il caffè americano ha origini “nazionalistiche”, ma è anche incredibilmente flessibile quando si tratta di come ti piace il tuo caffè. Tuttavia, cosa rende un Americano diverso dagli altri?

Il caffè nero convenzionale è una scommessa rischiosa: può essere bruciato o aspettare l’ordine di qualcuno per qualche ora. Scegli un Americano per un ottimo caffè mattutino, incredibilmente gustoso ma non troppo forte.

Caffè Americano : tutto quello che devi sapere

Cos’è un caffè Americano? L’origine di questa bevanda

Si dice che ai soldati americani in servizio in Italia durante la seconda guerra mondiale non piacesse l’espresso estremamente intenso e amaro che gli italiani sorseggiavano quotidianamente. L’espresso è di solito servito in una tazza più piccola della normale tazza da caffè a cui erano abituati. I soldati versavano acqua bollente nel classico caffè italiano per imitare la bevanda a gocce che era parte integrante delle loro mattine a casa. È così che è nato l’Americano.

Ma non è la stessa cosa, se provate una tazza di caffè nero seguita da un Americano, sarete in grado di capire la differenza.

Con una storia d’origine così semplice, non dovrebbero esserci molti disaccordi o cambiamenti significativi in questo drink. Giusto? Non è corretto.

L’Americano dovrebbe avere una crema densa?

Gli oli aromatici appaiono nei chicchi di caffè ben tostati. Quando si fa il caffè, l’acqua calda tira fuori i grassi.

La firma di un espresso di buona qualità è un bello strato denso di crema marrone che copre l’estratto liquido. Anche se è stato fatto qualche lavoro sul meccanismo di formazione, la scienza molecolare della stabilizzazione della crema è ancora avvolta nel mistero. Questo capitolo fornisce una panoramica dei meccanismi di formazione e alcuni dati recenti sui composti responsabili della stabilizzazione. Oltre a questi aspetti fisico-chimici, viene data una panoramica del ruolo della crema nella percezione sensoriale del caffè espresso. Concludiamo che per sviluppare prodotti con una crema ottimale, si deve considerare un approccio olistico, tenendo conto della fisica, della chimica, della scienza sensoriale e del consumatore.

Prima del caffè forte, potresti aver visto un liquido liscio e marroncino che scorre fuori dalla caffettiera. Come viene chiamato, l’effetto Guinness porta questo composto in cima alla bevanda. La crema è talvolta considerata un’indicazione di una bevanda eccellente; l’espresso senza crema dovrebbe essere sgradevole, di scarsa qualità e privo di intensità di gusto. La quantità di crema modula l’esperienza attesa e reale del caffè espresso. Le aspettative generate dalla crema aumentano la qualità percepita del modello di assimilazione. Le aspettative indotte dai diversi livelli di panna non hanno alcun impatto sull’effettiva intensità del gusto.

Un espresso che è stato servito fuori o inumidito con acqua bollente è conosciuto come Americano. La crema galleggia in superficie, permettendoti di godere di un caffè più lungo pur mantenendo una dolcezza oleosa. Pertanto, la risposta alla domanda è sì, la crema dovrebbe essere servita sopra l’Americano.

Anche se un Americano sembra avere gli stessi componenti di un espresso e di una normale tazza di caffè nero bollito, sono le sfumature della loro preparazione che differenziano l’Americano. Un Americano è più di una semplice tazza di caffè nero. Le tecniche di preparazione e i tipi di macinatura usati nell’Americano e nel caffè nero “standard” o a goccia differiscono considerevolmente.

Le somiglianze di base sono state dimostrate in precedenza, ed entrambe le bevande offrono circa la stessa quantità di caffeina. Una tazza di caffè standard contiene 95 milligrammi di caffeina. Due colpi di espresso, con fino a 75 mg di caffeina, sono tipicamente usati in un Americano. Questo lo mette nella stessa categoria del caffè appena fatto.

Non sembra esserci alcuna connessione tra i due, a parte l’acqua bollente, il caffè e i livelli di caffeina.

Il caffè nero è essenzialmente una miscela di acqua e caffè senza latticini. Anche se questa può sembrare una cosa semplice, bisogna essere consapevoli che ci sono diversi metodi per servire la bevanda, e ognuno ha un effetto distinto sul sapore.

Il nero lungo ha un sapore più intenso dell’Americano. Si fa combinando due colpi di ristretto o di espresso con una quantità minore di acqua per esaltare il sapore.

L’acqua calda viene versata a goccia sul caffè macinato per fare il caffè a goccia. Il liquido viene filtrato e poi versato nel bollitore. Questa è una tecnica che richiede più tempo che fare un espresso ordinario. I V60 e i Chemek sono comunemente usati per questo scopo.

Il metodo AeroPress è il seguente: si mette un sistema di filtri di lino o di metallo nel cilindro, si fa bollire il caffè per meno di un minuto, poi si forza l’infuso attraverso il filtro. Questo caffè ha un sapore unico grazie alla filtrazione che impedisce agli oli e alle particelle di invadere la bevanda.

Americano vs. Altro: Latte & Cappuccino

La distinzione tra un cappuccino e un latte nell’Italia antica era notevole. Le tazze in cui venivano serviti erano particolari. Un cappuccino veniva servito in una tazza con una torre di schiuma, mentre un latte veniva servito in bicchieri con schiuma ed espresso aggiunto sopra. C’era anche una differenza nella quantità di caffè versato. Ma la tradizione e l’apparenza non sono più importanti come il gusto.

Il cappuccino è una delle bevande a base di latte ed espresso più popolari. Questa bevanda al caffè è disponibile in molti gusti, ma ognuno comprende da una a due once di espresso e latte addensato. I cappuccini sono spesso cosparsi di cacao in polvere. La differenza principale tra un cappuccino e un latte è che la schiuma cremosa del cappuccino è leggermente più spessa di quella del latte.

Il latte è un latte spumoso con una consistenza delicata che viene aggiunto al caffè espresso. Il latte in un latte è un po’ più denso che in un bianco piatto e un po’ più leggero che in un cappuccino.

L’Americano, comunemente chiamato caffè Americano, è una bevanda espresso annacquata. Mentre i volumi e le proporzioni di acqua per l’espresso variano a seconda della regione, i due componenti di una bevanda sono sempre acqua bollente e caffè.

Ricetta per il caffè americano fatto in casa

Nonostante le sue dimensioni, molti amanti del deep L preferiscono un americano perché l’aggiunta di acqua calda ammorbidisce il gusto potente dell’espresso puro senza mascherarlo con la panna. Tuttavia, non dovreste aspettare la vostra prossima visita alla caffetteria locale per godervi un americano. Puoi crearne uno tu stesso e diventare il tuo Starbucks personale.

Chiunque può fare un Americano senza sforzo se ha una macchina da caffè o una macchina Nespresso. Puoi evitare le fasi di pesatura e lavorazione del tuo caffè macinato se scegli un metodo più semplice per fare una tazza di espresso, come l’uso di capsule compatibili Nespresso.

Se non accendi la tua macchina Nespresso prima di iniziare a fare un americano, potresti dover aspettare a lungo che si riscaldi, specialmente se era fredda per cominciare.
Inserire la capsula come indicato nelle istruzioni. Sia che stiate facendo un espresso singolo, doppio o triplo, il tempo di preparazione sarà lo stesso, e i colpi doppi e tripli saranno più forti. Prendi il tuo espresso secondo le istruzioni della tua macchina, raccogliendo l’espresso nella tua tazza di caffè riscaldata.
A seconda di come preferisci il tuo americano, la forza del tuo caffè e le dimensioni della tua tazza, determinano quanta acqua versare nel tuo espresso. Il volume d’acqua usato per un Americano è di solito il doppio della quantità di caffè usata.
Versare sempre l’espresso nell’acqua calda, non il contrario.
Non ci sono spezie o condimenti in un Americano normale; è solo caffè e acqua. Aggiungete delle spezie, un po’ di sciroppo, zucchero e latte, o anche una spruzzata di whiskey se volete rendere più piccante questa bevanda classica.

FAQ
Qual è la differenza tra un Americano e un caffè normale?

L’espresso è la principale differenza tra un Americano e un caffè filtro di base. Per fare un Americano, si aggiunge semplicemente acqua all’espresso fino a raggiungere l’intensità di un caffè normale, ma entrambe le bevande hanno sapori unici.

C’è più caffeina nell’americano che nel caffè?

Il livello di caffeina nel tuo americano varia a seconda di quanti espressi usi, ma un americano classico ha meno caffeina di una normale tazza di caffè di dimensioni simili.

E un nero lungo?

Ha un aroma più intenso di un Americano. In questo caso, meno liquido diluisce l’espresso.

Un Americano è una bevanda meravigliosa da aggiungere alla tua routine se stai cercando di trovare un modo per personalizzare la tua solita bevanda mattutina, ma non vuoi usare molta panna e zucchero. Puoi ordinarlo da un caffè locale o prepararlo a casa. In ogni caso, è una bevanda di base e popolare che non deluderà.